Tortino di cavolo nero

Ingredienti

  • 225 grammi farina 00
  • 120 grammi burro freddo e tagliato a dadini
  • 1 tuorlo d’uovo
  • 60 millilitri acqua ghiacciata
  • 1 pizzico di sale
  • 6 cucchiai olio extravergine di oliva
  • 2 cipolle medie tagliate finemente
  • 700 grammi cavolo nero
  • 500 millilitri acqua
  • 120 grammi ricotta di capra
  • 3 uova
  • sale e pepe

Procedimento

Preriscaldare il forno a 170° C.

Per la pasta brisè (in alternativa potete acquistare dei rotoli già pronti al supermercato).

In una ciotola grande, unire la farina e il sale. Unire il burro e lavorare con una forchetta fino a ottenere un composto sabbioso. Aggiungere l’acqua, un cucchiaio alla volta. Aggiungere il tuorlo d’uovo, lavorare con un cucchiaio fino a ottenere una palla. Avvolgere in pellicola trasparente e mettere in frigo per almeno 30 minuti.

Per il ripieno.

Lavare il cavolo, togliere le nervature centrali e i gambi, tagliare le foglie a striscioline di circa 1 cm. In una padella antiaderente e capiente soffriggere a fuoco medio la cipolla con l’olio extra vergine fino a quando la cipolla è ammorbidita. Aggiungere il cavolo, mescolare bene, salare e aggiungere l’ acqua. Coprire con un coperchio, ridurre il fuoco a medio-basso, mescolando di tanto in tanto e aggiungendo altra acqua se il composto comincia ad asciugarsi. Cuocere fino a quando le foglie di cavolo sono tenere. Mettere da parte e lasciare raffreddare.

In una ciotola capiente mescolare le uova con la ricotta. Aggiungere il mix di verdure e condire con una macinata di pepe. Mettere da parte. Una volta che la pasta brisè ha riposato, stenderla con uno spessore di circa 4 mm in una teglia di ceramica o vetro di 24 centimetri di diametro. Il bordo dovrebbe avere uno strato leggermente più spesso di pasta, circa 5 mm. Bucherellare il fondo della pasta con i rebbi di una forchetta (quattro o cinque volte è sufficiente ), poi versare il mix di verdure e cuocere in forno fino a doratura (circa 40-45 minuti). Il vostro tortino sarà delizioso se consumato appena sfornato, ancora tiepido.